Agenda emiliana Easy assistance Wi Fair E-store  
E-milia.it E-milia.i E-milia.i E-milia.i
 
Vai a..
Aeroporti Associazioni Banche Formazione Stampa on line

FAQ
Domini .eu
Motori di ricerca
Posta Elettronica Certificata (PEC)
Privacy d.lgs. 196/03
Siti e partita IVA

News Ticker
Vuoi avere le ultime notizie di E-milia.it che scorrono nelle pagine del tuo sito?
ISCRIVITI E SCARICA »

Newsletter
Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità della tua regione? Iscriviti alla newsletter di E-milia, e riceverai periodicamente le notizie direttamente nella tua casella e-mail
ISCRIVITI »


La bellezza e l'inferno - Saviano Roberto
Stampa l'articolo
Invia l'articolo
Iscriviti alla newsletter
Scritti 2004-2009.
"La bellezza e l'inferno": fra questi poli opposti che richiamano il pensiero di Albert Camus si estende il campo di forze frequentato da Roberto Saviano, il luogo che genera la sua visione della vita, dell'impegno e dell'arte. Introdotti da una prefazione dell'autore, gli scritti raccolti in questo volume tracciano un percorso tanto ricco e vario quanto riconoscibile e coerente. Dal ragazzo che muove i primi già maturi passi nell'ambito della letteratura e della militanza antimafia fino allo scrittore affermato che viene invitato all'Accademia dei Nobel di Stoccolma e abbracciato dai terremotati in Abruzzo, Roberto Saviano resta se stesso.
Ci racconta di un campione come Lionel Messi, che ha vinto la sfida più grande, quella contro il suo stesso corpo; di Anna Politkovskaja, uccisa perché non c'era altro modo per tapparle la bocca; dei pugili di Marcianise, per cui il sudore del ring odora di rabbia e di riscatto; di Miriam Makeba, venuta a Castel Volturno per portare il suo saluto a sei fratelli africani caduti per mano camorrista; di Enzo Biagi, che lo intervistò nella sua ultima trasmissione; di Felicia, la madre di Peppino Impastato, che per vent'anni ha dovuto guardare in faccia l'assassino di suo figlio prima di ottenere giustizia; e di tanti altri personaggi incontrati nella vita o tra le pagine dei libri, nelle terre sofferenti e inquinate degli uomini o in quelle libere e vaste della letteratura.

La recensione di IBS
«Scrivere in questi anni mi ha dato la possibilità di esistere. Articoli e reportage. Racconti e editoriali. Un lavoro che per me non è stato semplicemente un lavoro. Ha coinciso con la mia vita stessa.»
Tre anni dopo Gomorra, il romanzo inchiesta che gli è valso la notorietà e il successo mondiale, ma anche le minacce della camorra e una vita blindata, Roberto Saviano riprende il suo dialogo con i lettori dalle pagine di un nuovo libro, in cui si respirano a pieni polmoni la dimensione civile e la tensione morale della sua scrittura. Una scrittura che indaga con coraggio la realtà e la racconta con le armi della letteratura, fondendo le suggestioni della narrazione con l'impegno vivo della testimonianza, fino a divenire non uno stile di vita ma la ragione della vita stessa. Così è per Saviano e lo si capisce leggendo ogni sua riga. Lo hanno capito i suoi lettori, a cui l'autore esprime un ringraziamento che è anche, e soprattutto, un'ammissione di intenti: «Se ho avuto un sogno, è stato quello di incidere con le mie parole, di dimostrare che la parola letteraria può ancora avere un peso e il potere di cambiare la realtà. Pur con tutto quello che mi è successo, la mia "preghiera", grazie ai miei lettori, è stata esaudita». A queste persone, quelle che non si accontentano di galleggiare e di tirare a campare, tra pigrizia e cinismo, ma a quanti hanno reso possibile che Gomorra divenisse un testo pericoloso per certi poteri, a questi è dedicato La bellezza e l'inferno.
Il libro nasce dalla raccolta di scritti ed articoli originariamente apparsi su giornali e media nazionali, in seguito rielaborati e adattati per la pubblicazione in un unico volume, con l'aggiunta di un'introduzione e di uno scritto inedito. Non ha l'intento di essere un'opera omogenea, al contrario lascia spazio a voci diverse che scaturiscono sia dalle passioni personali sia dal senso del dovere dell'autore. I capitoli, riuniti attorno a cinque nuclei tematici - sud, uomini, business, guerra, nord – toccano i temi cari al giovane giornalista e scrittore campano: dalle terre natali inquinate dal crimine agli affari della camorra nel mercato immobiliare lombardo; dai ragazzi di Scampia, star per un giorno al Festival di Cannes, alle considerazioni sul colossal hollywoodiano "300", sull'epopea delle Termopili; dal commovente ritratto di Michel Petrucciani, Ossa di cristallo, al memorabile incontro con il giocatore del Barcellona Lionel Messi, l'unico capace di ripetere, in meglio, il gol capolavoro messicano di Maradona. E infine, il racconto della serata con Salman Rushdie all'accademia dei Nobel di Stoccolma, un luogo magico dove è possibile "raccogliere a pieni polmoni quell'odore di umido e di legno che sembra aver conservato tutte le presenze di chi vi è stato premiato". Dove Saviano alimenta la volontà di rimanere fedele ai propri ideali, diviso tra la "bellezza", necessaria per chi scrive e vive, e il suo contrario: l'"inferno" del male e della corruzione, che sembra continuamente prevalere. Dove lo scrittore può dimostrare al mondo intero quello che, da sempre, vive sulla sua pelle e testimonia con i suoi scritti. Come disse Albert Camus, "gli incarichi che fanno la grandezza del mestiere di scrittore sono due: il servizio della verità e quello della libertà".

Titolo La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009
Autore Saviano Roberto
Editore Mondadori (collana Strade blu)

e buona lettura!!
 
 
Diario
« novembre 2017 »
d l m m g v s
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
             
 
Eventi recenti
Play il festival del gioco 2015
Dal 11 al 12 aprile
ModenaFiere
http://www.play-modena.it/
Play, il più grande Festival italiano ... »
Fiera di Modena 2015
Dal 25 aprile al 3 maggio 2015
ModenaFiere
http://www.fieradimodena.com
Per gli espositori è poss... »
Google

e-milia.it Blog
carpizeronove

E-Store
Paolo Ventura

Homepage Imposta Home page
Favoriti Aggiungi Preferiti
Favoriti Credits
Powered by Litoweb 2005-06
 
  P.IVA e C.F. 03180950366