Agenda emiliana Easy assistance Wi Fair E-store  
E-milia.it E-milia.i E-milia.i E-milia.i
 
Vai a..
Aeroporti Associazioni Banche Formazione Stampa on line

FAQ
Domini .eu
Motori di ricerca
Posta Elettronica Certificata (PEC)
Privacy d.lgs. 196/03
Siti e partita IVA

News Ticker
Vuoi avere le ultime notizie di E-milia.it che scorrono nelle pagine del tuo sito?
ISCRIVITI E SCARICA »

Newsletter
Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità della tua regione? Iscriviti alla newsletter di E-milia, e riceverai periodicamente le notizie direttamente nella tua casella e-mail
ISCRIVITI »


Imu-Tares, stangata per gli imprenditori nel 2012
Stampa l'articolo
Invia l'articolo
Iscriviti alla newsletter
A rischio le pizze al taglio e i panifici. Una "stangata" da 9,2 miliardi quella che gli imprenditori hanno pagato nel 2012 sotto forma di Imu sugli immobili. Stangata che oltretutto è anche già diventata più pesante 'grazie' ad un meccanismo di rincaro automatico. I conti, alla vigilia del Cdm che dovrà rivedere l'intera materia, li fa Confartigianato che lancia anche un ulteriore allarme: con l'arrivo della Tares alcune piccole imprese artigiane si troverebbero a pagare il 300% in più. Come le pizzerie al taglio, i panifici (93%) o le pasticcerie (181%). Con effetti prevedibili sulle stesse aziende.
Ma da gennaio 2013 l'imposta sui capannoni è anche più costosa: l'aumento automatico del moltiplicatore da applicare alle rendite catastali per gli immobili produttivi, ha fatto lievitare il prelievo dell'8,3%, cioè +491,2 milioni per le aziende. Non solo: con la Tares le tasse su imprese e famiglie cresceranno del 17,6%. E si scopre che, rispetto all'Ici, l'Imposta municipale sugli immobili ha generato un maggiore prelievo fiscale di 14,5 miliardi sui contribuenti italiani.

A pagare di più, nel passaggio da Ici a Imu, sono stati gli imprenditori. Infatti il 50,6% dei Comuni italiani ha aumentato l'aliquota base da applicare agli immobili produttivi, il 47,9% ha mantenuto l'aliquota base del 7,6 per mille e soltanto l'1,6% dei Comuni l'ha ridotta: con il risultato che l'aliquota media applicata agli immobili produttivi è pari al 9,4 per mille, a fronte del valore base del 7,6 per mille. Se l'Imu ha aumentato il prelievo fiscale sulle imprese, le cose non sembrano migliorare con la Tares. Secondo Confartigianato, l'applicazione del nuovo tributo su rifiuti e servizi provocherà un aumento medio di 26 euro per abitante, pari al 17,6% in più rispetto a quanto avviene con l'applicazione degli attuali tributi sui rifiuti: Tarsu e Tia.

I rincari Tares andrebbero a sommarsi ai continui aumenti registrati in questi anni dalle tariffe dei rifiuti: tra marzo 2012 e marzo 2013 sono cresciute del 4,9%, tra marzo 2008 e marzo 2013 gli aumenti sono stati del 22,1% e, addirittura, negli ultimi 10 anni hanno raggiunto il + 56,6%. Per alcune tipologie di imprese, l'applicazione della Tares sarebbe un vero e proprio salasso: è il caso delle attività artigiane di pizza al taglio operanti in piccoli Comuni che attualmente applicano la Tarsu e che, con l'introduzione della Tares, subirebbero rincari del 301,1%. Non andrebbe meglio per i laboratori artigiani di pasticceria che pagherebbero il 181,7% in più.

Aumenti significativi anche per i piccoli produttori di pane e pasta che nel passaggio da Tarsu a Tares sarebbero costretti a sborsare il 93,6% in più. ''Gli imprenditori - commenta il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti - non possono sopportare ulteriori aumenti di pressione fiscale, ne' l'incertezza su tempi e modalità di applicazione dei tributi. Per quanto riguarda l'Imu non è giusto che gli immobili produttivi siano trattati alla stregua delle seconde case: i nostri laboratori vanno esentati dall'imposta perché sono la nostra prima casa. In definitiva, su Imu e Tares vanno trovate soluzioni che, oltre ad evitare l'inasprimento della tassazione, siano capaci di garantire la semplificazione impositiva e amministrativa''.

tiscali.it - 27 agosto 2013
 
 
Diario
« novembre 2017 »
d l m m g v s
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
             
 
Eventi recenti
Play il festival del gioco 2015
Dal 11 al 12 aprile
ModenaFiere
http://www.play-modena.it/
Play, il più grande Festival italiano ... »
Fiera di Modena 2015
Dal 25 aprile al 3 maggio 2015
ModenaFiere
http://www.fieradimodena.com
Per gli espositori è poss... »
Google

e-milia.it Blog
carpizeronove

E-Store
Paolo Ventura

Homepage Imposta Home page
Favoriti Aggiungi Preferiti
Favoriti Credits
Powered by Litoweb 2005-06
 
  P.IVA e C.F. 03180950366